HomeNotizieArrivi turistici: -50% nel primo semestre

Arrivi turistici: -50% nel primo semestre

47
Arrivi turistici: -50% nel primo semestre

Il ministro del turismo e dello sport thailandese Phiphat Ratchakitprakarn ha dipinto una prospettiva cupa per l’industria del turismo del paese, che in passato era un’industria molto forte. Dice che si aspetta che gli arrivi dei turisti precipitino del 50% nella prima metà del 2020 a causa dell’epidemia del coronavirus.

Un calo del 50% dei turisti in Thailandia sarebbe catastrofico per milioni di persone che sono direttamente o indirettamente dipendenti dell’industria alberghiera del Regno, per non parlare delle imprese e degli investitori nella vasta infrastruttura turistica e alberghiera.

Il Ministro ha annunciato la sua cupa previsione in una riunione del settore governativo-privato tenutasi ieri, dove sono state discusse misure per contrastare il crollo.

Meno turisti a Phuket e Chiang Mai

Un albergatore di Phuket, che ha chiesto di non essere nominato, ha dipinto un quadro altrettanto drammatico del crollo che si sta verificando in una delle mete turistiche preferite del Paese.

“Drammatico calo delle prenotazioni per la notte, con le cancellazioni che si accumulano fino alla fine di febbraio, e poco movimento a marzo. Continuazione delle cancellazioni, compresi gli ospiti che viaggiano attraverso la Cina o altri paesi cosiddetti “colpiti”. Il mercato del MICE (Meetings, Incentives, Conferences Exhibitions) si è completamente fermato e i matrimoni sono stati rinviati a metà anno per il momento. Le richieste si sono completamente prosciugate”.

“I resort e gli hotel stanno cercando di ridurre i costi il più possibile e da subito. Interrompemdo completamente le assunzioni, a meno che non sia assolutamente necessario, e chiudendo interi edifici del resort per ridurre i costi di gestione”.
Un altro operatore di un resort a cinque stelle a Chiang Mai ha riferito che anche la situazione al nord è molto tesa.

“L’ultimo mese è stato terribilmente tranquillo e questo è avvenuto in concomitanza con un grave crollo degli ultimi sei mesi. La nostra situazione delle prenotazioni a breve termine si sta rivelando molto critica e molti dei nostri colleghi stanno facendo rapidi cambiamenti e persino sospendendo il personale per cercare di ridurre al minimo l’impatto sulla linea di fondo”.

Arrivi dei turisti in calo

Il ministro Phiphat ha riferito che il numero di turisti dal 1° febbraio al 9 è diminuito del 43,5%, e tra i visitatori cinesi dell’86,6%.

Ci aspettiamo che la situazione si riprenda in aprile e discuteremo con gli Aeroporti della Thailandia su come gestire gli orari dei voli per i turisti cinesi per ridurre la congestione aeroportuale. C’è stata anche la notizia della collisione tra motoscafi a Phuket in cui sono rimasti uccisi diversi turisti, quindi vogliamo dare la priorità alla sicurezza dei turisti”.

“Una riduzione del 50% del numero di turisti nel primo semestre significa ridurre la previsione da 40 milioni di persone a 20 milioni.”

“L’Autorità per il Turismo della Thailandia dovrà lavorare di più nel secondo semestre per compensare il primo”.

 

 

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e notizie sulla Thailandia!

error: Content is protected !!