nai yangh beach

Il Dipartimento delle Indagini Speciali ha perseguito con successo un caso di invasione che riguarda terreni sulla costa nord-occidentale di Phuket. La Corte Penale ha condannato Anek Lipracha, sospetto principale in un caso di invasione di 93 rai di terra costiera nel Parco Nazionale Marino Sirinat a Phuket.

Il tribunale aveva inizialmente condannato Anek a 15 anni di prigione, ma ha commutato la sentenza a 10 anni perché ha confessato le accuse. È stato giudicato colpevole di aver violato sia la legge nazionale sulle foreste riservate che il codice penale.

È stato giudicato colpevole di aver usato documenti falsi per frodare i funzionari per rilasciare i titoli di proprietà fondiaria per la fascia costiera. Il terreno a cui si fa riferimento nel caso era un terreno pubblico appartenente al parco nazionale.

Il Sirinat National Park si trova sulla costa nord-occidentale dell’isola di Phuket, in Thailandia. Le sue spiagge ornate di pini includono Nai Thon, all’estremità meridionale, e Nai Yang, vicino all’aeroporto internazionale di Phuket. Mai Khao Beach ospita la presenza di tartarughe che fanno il nido. Le barriere coralline tropicali si raggruppano nelle acque al largo. A nord, dopo Sai Kaew Beach, le foreste di mangrovie ospitano uccelli come il martin pescatore.

Il verdetto è stato letto questa settimana e annulla automaticamente i titoli di proprietà rilasciati nel parco nazionale. La corte ha anche chiesto alle altre persone coinvolte di lasciare la terra invasa in questione.

Già nel 2012 il Dipartimento per il Parco Nazionale, la fauna selvatica e la conservazione delle piante ha chiesto al DSI di indagare su potenziali invasioni forestali commesse da Anek insieme ad altri sette sospetti.

Il tribunale dice che l’indagato è stato condannato a 12 anni di carcere per la condanna all’occupazione illegale della terra. Inoltre, avrebbe scontato due anni per l’uso di documenti falsi e un anno supplementare per ingannare i funzionari statali, per un totale di 15 anni.

Il giudice ha detto che, poiché aveva ammesso il crimine e mostrato rimorso, il tribunale avrebbe commutato la pena a 10 anni.

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e articoli sulla Thailandia!