taglio dei prezzi negli hotel a phuket

Gli hotel sull’isola turistica più popolare della Thailandia sono costretti a ridurre i prezzi, con camere lasciate libere e spiagge deserte, mentre i capi del turismo thailandese lottano con un crollo dei visitatori cinesi causato dalla guerra commerciale statunitense e da un baht più forte. Phuket è stata la destinazione più visitata del paese l’anno scorso, dopo Bangkok, e un buon indicatore dello stato della sua cruciale industria dei viaggi.

Il turismo rappresenta il 18% del prodotto interno lordo della Thailandia e i turisti cinesi rappresentano più di un quarto degli arrivi totali. Ma mentre 2.2 milione di persone dalla Cina hanno visitato durante il 2018, secondo le cifre ufficiali, i numeri per gennaio-settembre erano giù quasi il 20% in calo rispetto all’ anno scorso.

Meno turisti cinesi

Claude de Crissey, il console onorario francese a Phuket e proprietario di circa 40 stanze nella zona di Patong Beach, dice che i turisti cinesi sono solitamente presenti anche durante la bassa stagione corrente.

taglio dei prezzi negli hotel a phuket

“Quest’anno non è stato così”, ha detto, aggiungendo che ha dovuto abbassare i prezzi fino al 50%.

Il problema non è solo a Phuket, con hotel che faticano anche a riempire le camere nelle località balneari di Pattaya sulla costa e a Koh Samui.

Le tensioni commerciali con gli Stati Uniti hanno già frenato alcuni cinesi restii a prendere le vacanze a causa dell’incertezza in patria, mentre il baht tailandese è aumentato di circa il 10% contro lo yuan quest’anno.

Un disastro nautico al largo della costa di Phuket, che ha ucciso 47 turisti cinesi, nel luglio 2018, ha anche intimidito molti.

“Siamo preoccupati”, ha detto un membro dell’industria, rifiutando di essere nominato a causa della sensibilità del tema in un paese dove il turismo fornisce decine di migliaia di posti di lavoro. In aggiunta al problema è il fatto che più di 3.000 nuove camere d’albergo sono in costruzione sull’isola, sollevando la questione di chi le riempirà.

“In termini di affari, non è buono”, ha detto Kongsak Khoopongsakakorn, vicepresidente dell’associazione degli hotel in Thailandia e direttore del Vijitt Resort.

Eppure, il presidente dell’autorità turistica Yuthasak Supasorn ha detto che è rimasto “ottimista”.

“Dovremmo raggiungere il nostro obiettivo di 39,8 milioni di visitatori stranieri”.

Tuttavia, questo è solo in aumento rispetto ai 38,2 milioni del 2018, molto meno del salto visto dal totale dell’anno precedente di 35,6 milioni.taglio dei prezzi negli hotel a phuket

Puntare sull’India

Ora gli albergatori e gli operatori di pacchetti turistici si rivolgono a visitatori provenienti da altre parti del mondo, in particolare dall’India, che gli esperti considerano un enorme mercato non sfruttato.

La rapida espansione della classe media in India, l’aumento dei voli diretti e l’esenzione dal visto hanno spinto la Thailandia a rivedere al rialzo le previsioni.

Ora si aspettano due milioni di turisti indiani per quest’anno, dopo un aumento di quasi il 25% rispetto all’anno precedente nei primi sette mesi. Ma per ora, gli arrivi ridotti sono ben visibili sulle strade di Phuket.

“Non ho mai visto niente di così brutto come quello che è al momento”, ha detto Paul Scott dall’Australia, che ha detto che è venuto in Thailandia per 15 anni.

Ha principalmente accusato il baht più forte per il drop-off, ma anche il fatto che la Thailandia non era il paradiso di vacanza intatto che era una volta. “Ora non è più così nuovo….. e non è economico”, ha detto.

 

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e notizie sulla Thailandia!

Summary
Hotel di Phuket riducono il prezzo delle camere
Article Name
Hotel di Phuket riducono il prezzo delle camere
Description
Gli hotel sull'isola turistica più popolare della Thailandia sono costretti a ridurre i prezzi, con camere lasciate libere e spiagge deserte.
Author
Publisher Name
thailandite.com
Publisher Logo