Khao Sok National Park. Foto di BerryJ.
Khao Sok National Park. Foto di BerryJ.

11.

Laghi, foresta, fiumi e giungla. Per oltre 5000 km quadrati. E nient’altro. No, non è l’ambientazione di un film di Tarzan o Indiana Jones. Si tratta della regione dei parchi protetti in Thailandia. Questa zona protetta include i santuari di Khlong Nakha e Khlong Saen, alcune isole del mare delle Andamane e i parchi nazionali di Kaeng Krung, Phang Nga e Khao Sok.

Proprio quest’ultimo è probabilmente la scelta migliore che possiate fare se volete visitare uno splendido parco nazionale durante il vostro soggiorno in Thailandia. Esteso per 739 km quadrati nel sud della nazione e istituito nel 1980 dal Royal Forest Department, a causa del suo territorio montuoso e spesso ostile, il parco di Khao Sok è rimasto inalterato e non conosce il tocco degli uomini. Gli abitanti della zona sono elefanti, leopardi, varie specie di scimmie, serpenti e oltre 180 specie di uccelli. Altrettanto rigogliosa e stupefacente è la flora del parco.

Menzione speciale qui va fatta per il fiore più grande del mondo (75 cm di diametro quando maturo): il Rafflesia Kerri Meijer, il fiore di loto selvatico, Bua Phut in lingua thai. A discapito dell’odore acre che emana, la sua bellezza è davvero mozzafiato, e la potrete ammirare nel parco di Khao Sok e in pochi altri luoghi al mondo, principalmente tra dicembre e febbraio. La ricchezza della vita nel parco è affiancata dai lussureggianti paesaggi della giungla, fatti di montagne, caverne e cascate; per questa ragione per poter esplorare al meglio e godere pienamente della parte più interessante del parco sono necessari almeno due giorni.

Ma nonostante tutto questo, una gran parte dell’esperienza che può offrire il parco è rappresentata da uno dei pochissimi segnali di passaggio dell’animale uomo: il lago artificiale Chiew Lan, che è uno specchio d’acqua color smeraldo nonché una delle più stupefacenti bellezze naturali asiatiche. Per ammirare e scoprire appieno il parco vi consigliamo vivamente di spendere una o due notti nei villaggi palafitticoli adiacenti al lago, esplorabile al meglio via barca.

Indietro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.