22.

Koh Lipe. Foto di VascoPlanet.
Koh Lipe. Foto di VascoPlanet.

Purtroppo questo paradiso sta vivendo, a causa del grande incremento del numero di turisti, un periodo di “declino”, non tanto per ciò che concerne i servizi fruibili sull’isola, ma per quanto riguarda il paesaggio, l’ambiente sempre più sfruttato, e quanto può essere causato dalla presenza di troppe persone incuranti del mantenimento dello splendido ecosistema in cui vivono (sia locali che stranieri). Inoltre, se da una parte abbiamo i più di 100 resort lussuosi costruiti negli ultimi anni sull’isola, l’altra faccia della medaglia sono i cumuli di immondizia bruciati sulla spiaggia o vicino i centri in costruzione (cosa molto più comune di quanto si possa pensare).

Nonostante questo, la bellezza della natura di Ko Lipe e del parco marino lascia ancora senza fiato. Si segnala la presenza di molte cascate, in tutto l’arcipelago ma principalmente sull’isola di Ko Tarutao.

Disposte a formare un impreciso triangolo, le spiagge più importanti di Ko Lipe sono tre: “Sunrise beach”, “Pattaya beach” e “Sunset beach”. Tutte ben collegate fra di loro a causa delle dimensioni ridotte dell’isola, che nonostante sia la quarta più grande dell’arcipelago può essere costeggiata tutta in due ore in longtail, hanno ognuna una propria peculiarità. Pattaya beach, la più “turistica”, è quella che presenta più vita dopo il tramonto, mentre Sunset e Sunrise, poste a nord-ovest e a sud-est dell’isola rispettivamente, sono più tranquille. Da Sunrise beach, nelle giornate limpide, si vede la Malesia. La parte centrale dell’isola, invece, è resa decisamente meno invitante dai prezzi molto elevati e dallo sviluppo a tutti i costi che sta mettendo a dura prova la giungla caratteristica.

Probabilmente Ko Lipe è una delle isole thailandesi rimaste più incontaminate, ed è una meta ideale per gli amanti delle immersioni subacquee. Oltre alle variopinte barriere coralline, la nutritissima fauna marina tropicale presente nell’arcipelago rende questo tipo di escursioni un’attività che va necessariamente svolta arrivati sull’isola. Le caratteristiche morfologiche dell’isola fanno sì che ci siano zone in cui fare immersioni tutto l‘anno e che ci sia possibilità di provare l’esperienza davvero per tutti, anche per i meno esperti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.