La Thai Airways non è a rischio di chiusura

Thai Airways non è a rischio di chiusura e le recenti notizie sulla situazione della compagnia aerea sono state “fraintese”, il presidente dell’operatore ha insistito mercoledì. La dichiarazione è sembrato contraddire direttamente le osservazioni che ha fatto al personale THAI di alto livello in un discorso di martedì.

Ha detto che le osservazioni erano per incoraggiare il personale a fare uno sforzo serio per garantire il successo del piano di riabilitazione della compagnia aerea in difficoltà, e sono stati ” erroneamente interpretate” come significato che la compagnia aerea si trovava di fronte alla possibile chiusura.

La concorrenza delle compagnie low-cost

Ha rifiutato la possibilità che la compagnia aerea di bandiera chiuda, ma ha ammesso di combattere una forte concorrenza, soprattutto da parte della concorrenza delle compagnie low-cost.

Con una concorrenza sempre più agguerrita nel settore, ha detto di aver sottolineato l’importanza e l’urgente necessità di superare gli ostacoli che la compagnia aerea si trova ad affrontare.

Il personale THAI è stato esortato a prestare attenzione a quanto sia diventata competitiva l’industria aerea in tutti i settori, compresa la concorrenza delle compagnie aeree a basso costo, le promozioni delle tariffe aeree e la concorrenza di rotte “tagliagole” in alcuni mercati.
“THAI conferma che è perfettamente in grado di operare in modo eccezionale in mezzo alla dura concorrenza delle compagnie aeree”, ha detto in una dichiarazione rilasciata dalla compagnia aerea.

“In un’epoca in cui i clienti hanno così tante offerte a portata di mano in mezzo alla concorrenza feroce della compagnia aerea, ai dipendenti è stato chiesto di unire le forze e lavorare per battere la concorrenza per l’inevitabile raggiungimento di migliori risultati operativi,” secondo la dichiarazione.

Inoltre ha allontanato i rapporti dei media, secondo i quali, la compagnia aerea prevedeva di smettere di volare verso quattro destinazioni nella regione dell’Asean, dicendo che THAI non ha intenzione di abbandonare alcuna rotta.

THAI è la compagnia aerea di bandiera e un’impresa statale facente capo al Ministero dei Trasporti. Nella prima metà di quest’anno, la compagnia aerea ha registrato una perdita di 6,44 miliardi di baht, aumentando la sua perdita accumulata a 280 miliardi di baht.

 

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e notizie sulla Thailandia!