La Thailandia riaprirà dal 1 Luglio

La Thailandia ha stabilito il 1° luglio per la rimozione di tutti i blocchi ad attività e di business ordinati in precedenza per far fronte al coronavirus (Covid-19), ha detto il capo del Consiglio di Sicurezza Nazionale.

Questi includono i viaggi interprovinciali e internazionali, così come la fine del decreto di emergenza e il coprifuoco.

Il segretario generale del NSC, Gen Somsak Rungsita, ha dichiarato che la rimozione delle restrizioni sarà una completa riapertura del Paese. I funzionari prepareranno il mese prossimo le misure per la riapertura.

“Le autorità avranno discussioni serie perché dopo la fine del decreto d’emergenza, altre leggi saranno usate al loro posto”, ha detto.

La cooperazione della gente è importante. Questo riguarda l’uso delle mascherine, il distanziamento sociale, il lavaggio delle mani e le attività limitate. Finché la malattia si diffonderà in tutto il mondo, dovremo lottare contro di essa per un po’ di tempo”.

Il gen Somsak ha detto che il decreto esecutivo sulla pubblica amministrazione in situazioni di emergenza terminerà a giugno e che il divieto di viaggiare all’estero continuerà fino ad allora.

La Thailandia riaprirà il 1 luglio

La riapertura completa arriverà dopo la terza fase di relax che si terrà a giugno.

Il Centro governativo per l’amministrazione della situazione Covid-19 (CCSA) definirà venerdì i dettagli su quali imprese potrebbero riprendere e sulle condizioni della terza fase di rilassamento a giugno.

La commissione per le agevolazioni alle imprese non ha raggiunto una conclusione sulle attività ad alto rischio che sono state sospese e che hanno avuto un grave impatto sull’economia.

Per il mese prossimo, il Gen Somsak ha dichiarato che le ore di coprifuoco saranno ulteriormente accorciate e che saranno tolte ulteriori restrizioni sui viaggi interprovinciali nell’ambito della terza fase.

Il portavoce del CCSA, il dottor Taweesil Visanuyothin, ha detto che giovedì riprenderanno le attività nei centri commerciali e che i campi di allenamento degli atleti riapriranno.

Agli operatori e ai clienti sarà richiesto di utilizzare l’applicazione mobile Thai Chana per il check-in e l’uscita dai locali, dato che le aziende autorizzate a riaprire in questa fase sono quelle a medio e alto rischio.

Il ministro dell’ufficio del Primo Ministro Tewan Liptapallop ha detto che le sale cinematografiche non riapriranno perché gli operatori hanno detto che non ci sarà nessun nuovo film durante questo periodo.

Ha aggiunto che il governo sta valutando la possibilità di concedere aiuti finanziari ai templi dove tutte le attività sono cessate, comprese le donazioni del pubblico.

 

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e notizie sulla Thailandia!