Nuova amnistia per i visti e STV

Una nuova amnistia per i visti è stata annunciata ieri pomeriggio dal Primo Ministro thailandese e dal CCSA. Gli stranieri che hanno recentemente pagato 1.900 baht per un’estensione del visto di 30 giorni (prima del 26 settembre) hanno ora la possibilità di rimanere in Thailandia fino al 30 novembre senza costi aggiuntivi, tuttavia dovranno presentarsi all’immigrazione per ottenere la correzione del timbro del visto.

Una nuova amnistia per coloro che non possono tornare nel loro paese

In questa fase, sebbene annunciata e approvata dal CCSA e dal primo ministro thailandese, la nuova amnistia non è stata inserita nella Royal Gazette, ma si prevede che lo sarà nelle prossime ore.

L’annuncio fa seguito a una decisione confermata ieri dal CCSA di concedere un altro periodo di grazia per gli stranieri bloccati in Thailandia, fino al 31 ottobre. In base al nuovo regolamento, saranno concesse proroghe di 60 giorni del visto a coloro che non potranno tornare nel loro Paese d’origine. Le ragioni potrebbero essere la mancanza di voli, problemi con Covid nel loro Paese d’origine, motivi medici o qualcos’altro che impedisca di lasciare il Paese.

Coloro che hanno ricevuto una proroga di 30 giorni dovranno visitare l’ufficio immigrazione locale e ottenere il timbro corretto che indicherà la nuova data di scadenza nel loro passaporto, secondo un articolo di The Phuket News. In passato, gli stranieri hanno dovuto presentare una lettera dell’ambasciata del loro paese per richiedere una proroga, ma il vice commissario dell’Ufficio Immigrazione Pornchai Kuntee dice che “le lettere delle ambasciate potrebbero non essere necessarie”.

Stanno per arrivare i primi turisti con la Special Tourist Visa (STV)

Qui i requisiti da rispettare per richiederla

– I visitatori stranieri dovranno sottoporsi al test Covid-19 72 ore prima della partenza.

– Si dovrà acquistare un’ assicurazione sanitaria che copra il Covid-19.

– Firma una lettera di consenso che accetta di rispettare le misure Covid-19 del governo thailandese.

– Avrà una durata minima di 90 giorni, rinnovabile due volte, per un totale di 270 giorni.

– Il visto sarà limitato alle persone provenienti da paesi a “basso rischio”, sebbene tale elenco non sia stato annunciato.

– I candidati prescelti dovranno completare una quarantena obbligatoria di 14 giorni presso una quarantina/hotel registrata dallo Stato

– I viaggiatori STV devono viaggiare con un aereo charter e ogni volo che li trasporta deve ricevere l’autorizzazione del Ministero degli Affari Esteri o CCSA

Il nuovo ‘STV’ che costerà 2.000 baht e sarà in vigore fino al 30 settembre 2021, potrà essere prorogato oltre tale data.

Il governo ha annunciato che non ha la possibilità di riaprire completamente il turismo al momento, in quanto deve essere in grado di elaborare i visitatori in arrivo e trovare luoghi approvati per loro per servire i 14 giorni di quarantena: “L’obiettivo è quello di accogliere 100-300 visitatori a settimana, o fino a 1.200 persone al mese, e generare un reddito di circa 1 miliardo di baht al mese”.

 

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e notizie sulla Thailandia!