Phuket- cittadini a casa per almeno 14 giorni

Tutti i residenti che vivono nella provincia meridionale di Phuket hanno l’ordine di rimanere nelle loro case per almeno due settimane, a partire dalla prossima settimana. Il governatore provinciale ha annunciato ieri sera il provvedimento per combattere la diffusione del coronavirus Covid-19 sull’isola, che ora ha il più alto tasso di infezioni in Thailandia ed è la seconda provincia più colpita, dopo Bangkok.

La “richiesta” durerà dal 13 al 26 aprile, “o fino a quando la situazione non migliorerà”.

Il documento stesso chiede ufficialmente ai residenti di “cooperare” restando in casa. Ma un funzionario del Covid-19 Centre for Phuket, Vanida Yaprang, ha detto oggi al telefono a Khaosod English che la direttiva “equivale a un ordine, esecutivo con una sanzione” (stiamo cercando di chiarire ulteriormente il suo commento).

“È un ordine. La gente può ancora uscire se davvero necessario, ma solo all’interno di ogni sotto-distretto. Fanno eccezione il personale medico, i funzionari governativi e i lavoratori delle imprese statali. È un ordine e chi lo viola potrebbe essere punito”.

L’ordine, elenca 6 condizioni e dice che i trasgressori rischiano fino a un anno di reclusione e/o una multa massima di 100.000 baht. I controlli casa per casa sono ora in corso in alcune sezioni dell’isola.

Phuket ha già annunciato restrizioni di viaggio tra i suoi 17 tambons, o sottodistretti. Molte altre province hanno annunciato misure simili. In queste condizioni i residenti non sono autorizzati a viaggiare tra i distretti senza importanti motivi. Le forniture mediche e alimentari, la polizia e i servizi di emergenza sono esenti.

Secondo l’ordine, le persone possono lasciare le loro case solo quando è assolutamente necessario, come per comprare cibo e altri generi di prima necessità. Nella zona di Patong, dove le infezioni sono particolarmente elevate, il cibo e l’acqua saranno consegnati ai residenti confinati in casa.

Gli alberghi e i resort dell’isola hanno ricevuto l’ordine di chiudere i battenti all’inizio di questo mese. L’ultimo ordine dice che nei casi in cui c’è bisogno di personale per le attività necessarie, come la contabilità o la manutenzione, il personale deve essere ospitato nei locali per evitare il trasferimento.

L’annuncio arriva dopo che il governatore ha sigillato l’isola turistica popolare il 29 marzo e ha ordinato la chiusura dell’aeroporto a partire da oggi.

Ad oggi, 170 persone a Phuket sono state infettate dal coronavirus, e la maggior parte di loro si è concentrata nelle aree di intrattenimento intorno a Patong.

 

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e notizie sulla Thailandia!