Railay. Foto di deror_avi
Railay. Foto di deror_avi

11.

Punta di diamante della provincia di Krabi, nella Thailandia del Sud, la penisola di Railay è separata dal resto della provincia da una imponente catena montuosa. Raggiungibile per questa ragione solo via mare, Rai Leh – altro possibile modo di pronunciare Railay – viene spesso erroneamente considerata un’isola da chi non conosce la geografia del luogo.

Se si dovesse inserire questa località Thailandese in una categoria ben definita, come “località di mare”, “spiaggia” o “località di montagna”, non si arriverebbe a nessun risultato, e ci si renderebbe conto che questa penisola, che di fatto costituisce una sorta di unicum nel panorama della Thailandia, le contiene un po’ tutte quante, vista la varietà che la caratterizza.

Quattro sono le spiagge della penisola. Haad Phra Nang, la più famosa di queste, è nota come una delle spiagge presenti nella lista delle migliori al mondo, un traguardo di tutto rispetto. La baia lussureggiante offre una vista particolarmente suggestiva sull’intero golfo, sulle cui spiagge si affacciano una serie di grotte ricche di vegetazione, riparo per i turisti nei giorni più torridi. Ma a Railay non è il mare a farla da padrone.

Una volta giunti sulla riva non sarà sufficiente ammirare semplicemente l’acqua cristallina che bagnerà i vostri piedi, perché il vostro sguardo sarà inevitabilmente attirato verso il cielo, verso le vette delle splendide catene montuose che incorniciano la baia come una corona. Queste sono uno spettacolo mozzafiato, ma ancor di più lo è la vista di cui si può godere una volta giunti in cima ad esse. Scalatori più o meno esperti potranno dedicare una giornata del loro soggiorno a tentare l’arrivo in vetta per poi – riuscita o meno l’impresa – dedicarsi a una discesa sul tramonto verso le bianche spiagge di Railay.

Indietro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.