Scontro tra barche a Phuket, 22 feriti

Due bambini russi sono morti e circa 22 persone sono rimaste ferite a seguito di uno scontro tra due motoscafi ad alta velocità al largo della costa orientale di Phuket poco prima delle 8 di questa mattina. L’incidente si è verificato nel canale che collega i due principali porti turistici della costa orientale di Phuket con la baia di Phang Nga sul lato est dell’isola alle 7.50 circa. Uno dei motoscafi stava viaggiando ad alta velocità lungo il canale, diretto verso la baia, quando si è scontrato con l’altra imbarcazione.

C’erano in totale 29 persone tra passeggeri ed equipaggio che viaggiavano sui due motoscafi turistici. Gli equipaggi delle due imbarcazioni non sono rimasti feriti nell’incidente. La polizia marittima di Phuket ipotizza che l’incidente sia stato causato da una guida spericolata.

La ricostruzione dello scontro

Secondo i primi rapporti della polizia, una barca da tour, la “Payan 5”, gestita da Seastar Andaman, con sede a Thalang, si stava dirigendo nel canale da Rassada (Phuket Town) per prelevare i turisti al Royal Phuket Marina di Koh Kaew. Quando la nave stava per attraccare al porto turistico, è stata colpita, ad alta velocità, da un’altra imbarcazione, “ALP”, di proprietà di Andaman Leisure Phuket, con sede presso il Boat Lagoon Marina di Koh Kaew.

Il motoscafo Andaman Leisure Phuket, carico di passeggeri per una gita di un giorno, si stava dirigendo verso la baia di Phang Nga da Boat Lagoon.

Il maggiore Ekachai Siri della Polizia Turistica di Phuket ha confermato verso mezzogiorno che entrambi i conducenti sono stati accusati di guida spericolata, causando morte e lesioni.

22 passeggeri feriti sono stati assistiti sul posto prima di essere portati di corsa negli ospedali di Phuket – quattro all’ospedale Mission Hospital Phuket, 11 all’ospedale di Bangkok Phuket, sei all’ospedale Siriroj di Bangkok e un cittadino russo è stato mandato all’ospedale Vachira. I due bambini morti erano una bambina di 6 anni e un ragazzo di 12 anni.

Le parole dell’ambasciata russa

Vladimir Pronin, dell’ambasciata russa in Thailandia, ha confermato la collisione dei due motoscafi.

“Due motoscafi si sono scontrati. A bordo di uno di essi c’era solo l’equipaggio thailandese, mentre a bordo del secondo c’erano 39 turisti russi. Oltre 20 cittadini russi hanno subito lesioni di vario grado di gravità”.

Il signor Pronin ha anche confermato che ben 21 russi e 3 cittadini thailandesi sono stati portati in ospedale, con alcuni ancora in condizioni critiche. 5 russi sono stati dimessi dai loro ospedali.

Le foto della scena mostrano i danni derivanti dalle collisioni, indicando l’impatto ad alta velocità. Un video drammatico mostra anche i soccorritori che lavorano con i numerosi feriti dell’incidente, tra cui un bambino.

Gli agenti di polizia hanno detto ai giornalisti presenti sulla scena che è stata avviata un’indagine completa e, una volta che gli investigatori hanno esaminato a fondo entrambe le navi, la scena del crimine e intervistato i testimoni, si sono recati negli ospedali per parlare con i sopravvissuti della collisione.

L’incidente è avvenuto un anno e un giorno dopo che 12 turisti cinesi erano rimasti feriti in un incidente simile a Phuket, e 18 mesi dopo che 47 turisti cinesi erano morti quando una barca turistica era affondata al largo della costa meridionale dell’isola (il peggior disastro marittimo della Thailandia). Un’altra barca è affondata lo stesso giorno, ma tutti i passeggeri e l’equipaggio furono recuperati.

 

Ricorda di seguire la nostra pagina Facebook e Instagram, per rimanere sempre aggiornato su nuove guide e notizie sulla Thailandia!