Sukhothai. Foto di Oliver Spalt.
Sukhothai. Foto di Oliver Spalt.

11.

Il centro antico del regno Thai, la campagna e le case rurali, la tradizione e la spiritualità che pervade ogni aspetto della provincia: tutto questo è Sukhothai, distante più di 400 chilometri a nord da Bangkok.

Secondo le teorie più accreditate, la fondazione dell’antica città avvenne nel 1238 quando il capo di una tribù thai nativa trovò il modo di rendere il proprio territorio e la propria popolazione indipendenti dal potente impero Khmer, allora in declino, mettendo le basi del futuro grande impero siamese e della prima capitale della Thailandia.

Nel 1767 l’esercito birmano saccheggiò e distrusse Ayutthaya, arrivando fino a Sukhothai, che subì l’invasione e i cui abitanti fuggirono altrove impauriti dal pericolo.

In seguito alla distruzione dei birmani, re Rama I rifondò la città nel 1700, su un’altra riva del fiume Yom, dove ancora oggi si trova la città moderna. Infatti, per una più generale comprensione, è possibile dividere la zona in nuova Sukhothai e vecchia Sukhothai. La città nuova è poco abitata ma comunque in grado, data la continua affluenza di turisti, di offrire svariati alloggi e locali per il divertimento. Per certi versi Sukhotai viene vista come il centro, culturale e politico, in cui prese forma lo spirito della Thailandia che oggi conosciamo. Il re Ramkhamhaeng detto il Grande, è stato senza ombra di dubbio uno dei principali sovrani del paese, in grado di influenzare la cultura quanto la politica, e venerato ancora oggi come padre fondatore.

Il territorio intorno la città e più in generale dell’intera provincia è prevalentemente ricoperto da risaie e coltivazioni di vario genere. Infatti lo spettacolo che si apre ai visitatori è fatto di colori e profumi unici della Thailandia e delle sue terre fertili. La cucina di Sukhothai è altrettanto famosa quanto quella delle altre città del paese; qui gli spaghetti vanno forte, se ne preparano con ricette locali, e non ci sono problemi nel trovare un piatto speziato e soprattutto piccante.

Indietro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.